Menu
A+ A A-

Pentecoste

foto_procession...
foto_processione1 foto_processione1
foto_procession...
foto_processione2 foto_processione2
foto_procession...
foto_processione3 foto_processione3
foto_procession...
foto_processione4 foto_processione4
foto_procession...
foto_processione5 foto_processione5
foto_procession...
foto_processione6 foto_processione6
foto_procession...
foto_processione7 foto_processione7
foto_procession...
foto_processione8 foto_processione8
foto_procession...
foto_processione9 foto_processione9
foto_procession...
foto_processione10 foto_processione10
madonnasupatern...
madonnasupaternopoli madonnasupaternopoli


 documenti Documenti


La festa in onore di Maria SS. della Consolazione (in occasione della pentecoste) è la più importante del paese.

Scrutando gli archivi storici è possibile rinvenire le seguenti informazioni sull'istituzione della festività in onore di Maria SS. della Consolazione:


miracolosaeffige_mini" Sono stati così propensi, e fervosi i cittadini di questo paese in onorare questa Sacra Immagine della Consolazione, che di continuo hanno dimostrato cogli affetti la loro gratitudine, e l'amor singolare, che nel cuore verso di Lei nutriscono, e conservano; come anche il loro fervoso e ardente zelo in prestarle ogni ossequio, e venerazione. Stabilirono perciò per maggiormente renderle quel culto, ed onore dovuto, una solennissima festività nel Martedì dopo la sacra festa di Pentecoste, la quale fu celebrata sempre colla maggior pompa, per i nobili, e sontuosi parati del tempio, che rendeano assi decorosa la celebrazione degli Uffizi Divini, assistendovi quasi in tutte le ore del giorno i Sacri Ministri di questo tempio colla più grande divozione, assiduità, e diligenza, affine di soddisfare le richieste dè fedeli, e somministrar loro i SS. Sacramenti.

Molto ancora accresceva la pompa della solennità gli armonici musici istrumenti, che quasi di continuo si ascoltavano, come anche le grandi e belle macchine e dispendiosi fuochi artificiali, che in vari luoghi del Paese a spese pubbliche e private soleano farsi. Ma molto più celebre, e solenne divenne la già detta festività per numeroso concorso dè fedeli, i quali con una mirabile affluenza intervenivano a venerare la SS. Immagine in maniera che si stimavano anguste le strade, ed i luoghi tutti del paese per ricevere tanto numerosità di Popolo, anche dè più lontani paese; non mancandovi persone magnatizie, e di ranco mosse o dal desiderio di vedere, e venerare la prodigiosa Madre di Dio, o spinte dal decoro della solennissima pompa di una tanta festività. Era una meraviglia, ed un diletto il vedere tanto popolo così copioso, ed affollato ricrearsi insieme, ed unire all'umile divozione una moderata allegrezza, senza accadervi il minimo incidente disgustoso, ed il minimo disordine.
Quantunque fosse destinato per la solennità della nostra affettuosa Regina il martedì di Pentecoste pure i due precedenti giorni erano egualmente solenni; osservandosi nella Chiesa l'istessa pompa, gli stessi parati, ed eguale il numero dè Fedeli: anzi per tutta l'ottava non cessava mai questa frequenza come ivi si fosse celebrata una continua festività".


Il testo è tratto da: "Notizie Storiche sulla miracolosa effige di Maria SS. della Consolazione"



Omaggio a Maria SS. della Consolazione (Daniela di Pippo e Luca Burini)


Processione