Menu
A+ A A-

Capitolo 14 - Magnificat

Magnificat - anima mea Do­minum,

Et exsultavit spiritus meus - in Deo salutari meo.

Quia respexit humilitatem anciillae suae: - ecce enim ex hoc beatam me dicent omnes generationes.

Quia fecit mihi magna qui potens est, - et sanctum nomen eius,

Et misericordia eius a pro­genie in progenies - timentibus eum.

Fecit potentiam in brachio suo; - dispersit superbos mente cordis sui.

Deposuit potentes de sede - et exaltavit humiles.

Esurientes implevit bonis - et divites dimisit inanes.

Suscepit Israel puerum suum, recordatus misericordzae suae,

Sicut locutus est ad patres nostros, - Abraham, et semini eius in saecula.

Gloria Patri, et Filio - et Spiritui Sancto.

Sicut erat in principio, et nunc et semper, - et in saecula saeculorum.

Amen.


L’anima mia magnifica il Si­gnore,

e il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore.

Poichè ha voluto rivolgere lo sguardo sopra la sua ancella, perciò mi chiameranno beata tutte le genti.

Poiché, potente, fece in me grandi cose: santo è il Suo nome.

E la Sua misericordia è di età in età su quanti Lo temono.

Mostrò la potenza del Suo braccio, rovesciando i disegni dei superbi.

Depose i potenti dai loro troni ed esaltò gli umili.

Riempì di ogni bene gli af­famati e spogliò del loro teso­ro i ricchi.

Rialzò il popolo di Israele ricordandosi della Sua miseri­cordia,

come promise ai padri no­stri, ad Abramo e alla sua di­scendenza nei secoli.

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.

Come era in principio e ora e sempre e nei secoli dei secoli.

Così sia.