Menu
A+ A A-

Beni storici, Palazzo De Rossi


 

Categoria: ARCHITETTURA CIVILE
Tipo: Palazzo
Periodo: MODERNO
Datazione: XIX secolo
Condizione giuridica: Privato
Proprietario: Proprietà privata
Vincolato:
Provvedimento: Bene vincolato ai sensi della legge 1giugno 1939 n°1089 e Regolamento approvato con Regio Decreto n°363 del 30 gen.1913.
Stato: BUONO
Ubicazione: Piazzetta S. Vito, 20
Descrizione: Sull'origine dell'edificio non esistono fonti storiche che forniscano notizie; si conosce soltanto il periodo di costruzione, il XIX secolo, e la famiglia proprietaria, i De Rossi. Palazzo De Rossi è situato nel centro storico di Paternopoli, in una posizione pressoché centrale. Avendo posizione angolare, il palazzo contribuisce con i suoi prospetti a definire gli spazi su cui affaccia la chiesa madre. Finiti ad intonaco bianco, gli esterni sono caratterizzati dalla presenza di balconi e finestre e, verso il viale del Santuario,dal portale in pietra, ad arco a tutto sesto, recante in chiave lo stemma della famiglia proprietaria e, alle imposte e alla base, altri motivi decorativi scultorei. La parte superiore è caratterizzata dalla presenza di un loggiato con ringhiere in ferro battuto. Il palazzo ha, inoltre, una volumetria composta ed una pianta piuttosto irregolare, il cui elemento di aggregazione é costituito dal cortile. I tre piani, in cui è articolato il palazzo, risultano regolarmente sfalsati per la particolare posizione, in pendio, su cui esso insiste. Le coperture intermedie sono costituite da solai in legno, mentre una volta a botte copre l'androne, pavimentato in pietra. Il resto della pavimentazione é in cotto. La parte coronamentale, in sommità, é ottenuta con capriate lignee che sostengono falde inclinate rivestite in coppi. L'elemento più caratteristico del palazzo é certamente il livello sotterraneo, occupato da grotte, risalenti al periodo medioevale, aventi copertura voltata a botte e pavimentazione in pietra di fiume. Rimaste inesplorate, le grotte, secondo alcune fonti tradizionali, conducevano fuori le mura del centro abitato.
Documentazione: Ministero per i beni culturali ed ambientali Ufficio centrale per i Beni A.A.A.S. Istituto centrale per il catalogo e la documentazione Soprintendenza per i Beni A.A.A.S per le Province di SALERNO ed AVELLINO